Abitazioni, lavori e servizi

Addolcitore: un rimedio infallibile contro il calcare


Lavarsi le mani, farsi la doccia, pulire i piatti: sono azioni che compiamo tutti i giorni in modo automatico. Ma vi siete mai fermati a pensare da dove proviene tutta l’acqua che consumiamo e come ci è possibile compiere tutte le azioni quotidiane menzionate in precedenza? Perchè l’acqua, prima di arrivare nella nostre case, affronta un percorso lungo e travagliato lungo tubature, vecchie o nuove che siano. Ovviamente, in questo percorso, è inevitabile che l’acqua si arricchisca di minerali e altre sostanze che possono essere annoverate tra le cause della formazione del calcare.

Il calcare è considerabile uno dei più acerrimi nemici degli elettrodomestici presenti nelle nostre case: alla lunga il calcare causa incrostazioni che danneggiano l’impianto idrico di un’abitazione. E l’intervento di un idraulico diventa inevitabile.

A seconda del livello del calcare presente, c’è una diversa categorizzazione dell’acqua. Si dice acqua dolce se i sali di minerali disciolti sono in bassi livelli; al contrario, se il livello dei Sali è alto, si parla di acqua dura. In quest’ultimo caso, sono numerosi i problemi che si possono riscontrare. Chi vive in zone dove l’acqua è dura si trova spesso a dover combattere contro numerosi guasti a elettrodomestici e a tubature. Tra i tanti danni che arreca il calcare, vanno ricordati infatti perdite di varia natura, ostruzioni alla rubinetteria, guasti a filtri ed resistenze di lavatrici e scaldabagno. E questi sono solo alcuni dei problemi a cui si va incontro in caso di calcare, non considerando gli sprechi di acqua e di corrente.

Proprio per eliminare i problemi derivanti dall’acqua dure, è stato inventato l’addolcitore, un filtro per eliminare il calcare dalle tubature e dall’acqua. Il meccanismo con cui funziona è molto semplice e ricorre ad una sostanza molto comune: il sale che riesce a cambiare la composizione del calcare e ad addolcire l’acqua. Un normale addolcitore riesce a garantire il filtraggio dell’acqua per un massimo di 10 persone; è inoltre dotato di un contenitore di sale di una capienza di circa 40 chili.

I vantaggi di questo strumento sono lampanti: si andrebbero a risolvere tutti quei problemi legati alla durezza dell’acqua, risparmiando molta energia elettrica e acqua. Sfruttando il fenomeno dell'osmosi inversa, l'addolcitore è infatti in grado, attraverso diversi lavaggi, di riconoscere e scartare tutte le molecole più grandi e complesse dell’acqua (l’acqua infatti è una delle molecole più piccole conosciute in natura).  In questo modo non si dovra più far fronte a numerosi guasti e quotidiani disagi.

Lo svantaggio maggiore dell’addolcitore sta purtroppo nel suo costo iniziale e nel costante ricambio di sale che va apportato, con cadenze più o meno regolari a seconda del modello che si è acquistato. Inoltre l’addolcitore non può essere installato da sè, ma è invece necessario il parere prima e l’intervento poi di un esperto.


ISCRIVI GRATUITAMENTE LA TUA AZIENDA