Viaggi, hotel, ospitalitą

In quale caso si ha diritto a chiedere un rimborso per il ritardo aereo?


I ritardi aerei rappresentano una problematica piuttosto comune e possono verificarsi per una serie di ragioni. Ad esempio, a seguito di una riduzione dell'equipaggio o a causa di problemi meccanici legati a una pessima cura e manutenzione dei velivoli. Ad ogni modo, se i passeggeri subiscono disagi in seguito al verificarsi di ritardi aerei, hanno diritto a un rimborso per ritardo aereo come stabilito dal regolamento europeo EC261/04 che prevede risarcimenti fino a un massimo di 600 euro per ritardi di almeno tre ore.

In cosa consiste la domanda di rimborso?

Inutile sottolinearlo, ma lo scopo di ogni compagnia aerea č quello di evitare il pagamento di somme di denaro oltre ad impelagarsi in un tunnel burocratico senza via di fuga. Alla luce di questi fatti, l'unica soluzione conveniente per l'azienda erogatrice del servizio č pagare i dovuti risarcimenti, anche per salvaguardare la loro reputazione. Sono pochissimi i casi in cui una compagnia aerea non č tenuta al pagamento del rimborso per ritardo aereo o cancellazione di un volo. E' necessario solo dimostrare che il disguido č stato causato da eventi eccezionali che vanno al di lą delle loro competenze, come ad esempio scioperi del personale di bordo, o quello di terra, ma anche condizioni meteorologiche non proprio favorevoli. Tutte le circostanze e gli eventi straordinari sono disciplinati dal sistema giuridico di ogni Paese.

Soddisfatte queste condizioni, ogni passeggero che ha subito un ritardo del proprio volo, ossia quando per un tempo superiore alle tre ore, ha diritto di chiedere un rimborso per ritardo aereo con una somma risarcitoria che varia dalle 250 alle 600 euro. La variazione dipende dalla distanza della tratta aerea. Maggiore č la distanza, maggiore sarą l'importo del rimborso.

Dal 2004, la legislazione prevede che il risarcimento dei danni deve avvenire solo in determinate condizioni. Se, ad esempio, il volo č in ritardo e la compagnia non riesce a dare valide spiegazioni in merito, dovrą in ogni caso provvedere al rimborso.

Meglio scegliere partner fidati e competenti

Quando si verificano circostanze eccezionali per cui č previsto il rimborso per ritardo aereo, cancellazione del volo o negato imbarco in base al regolamento UE 261/2004, č necessario reperire prove per avviare la pratica di rimborso. Se non avete idea di come presentare una richiesta di rimborso di un volo, č possibile rivolgersi a professionisti del settore, come www.flycare.eu che vi guideranno, passo dopo passo, sulla corretta gestione della pratica. Dopo l'iscrizione di un apposito modulo online e successiva notificazione, il vostro lavoro sarą terminato. Al resto penserą lo staff di Flycare, formato da collaboratori e tecnici in materia legale che, in brevissimo tempo, contatteranno la compagnia aerea in questione. Se poi quest'ultima negherą il risarcimento, gli avvocati di Flycare si faranno carico di inoltrare la vertenza in tribunale senza nessun costo aggiuntivo per il cliente. In caso di buon fine dell'operazione, il denaro verrą inviato a mezzo bonifico direttamente sul conto corrente del cliente.


ISCRIVI GRATUITAMENTE LA TUA AZIENDA