Viaggi, hotel, ospitalità

Gli australiani scelgono il Made in Italy


Se qualità vuol dire Made in Italy

I prodotti italiani, si sa, sono amati e ricercati in tutto il mondo. All'estero il Bel Paese è noto non solamente per le bellezze architettoniche, storiche e culturali ma anche per l'eccellenza dei prodotti che produce ed esporta. In Australia i settori in cui si affermano maggiormente le merci provenienti dall'Italia sono quello gastronomico e quello legato alla pelletteria e al mondo della moda. Stando a numerosi sondaggi svolti in loco, gli australiani sono disposti a spendere e investire in capi di abbigliamento italiani come abiti, borse e scarpe. A convincerli in questa scelta, nonostante il prezzo spesso elevato di tale tipologia di merci, è la consapevolezza di aver acquistato un prodotto assolutamente di qualità e realizzato con materiali di grande pregio. L'interesse verso un mercato attivo come quello che caratterizza l'Australia ha spinto gli imprenditori a premere presso le istituzioni affinché ci siano accordi commerciali per quanto concerne l'esportazione dall'Italia. Da un punto di vista economico e non solo, il lontano continente è stato infatti protagonista negli ultimi vent'anni di una crescita del PIL che non ha conosciuto alcun tipo di flessione.

Visitare l'Australia per lavoro o turismo: attenzione alle procedure

Grazie anche al trend positivo che caratterizza la sua economia in questo momento storico, l'Australia è sempre più una nazione che offre grandi opportunità a chi sappia sfruttarle. Accedervi se non si è autoctoni non è però un'impresa facile, tutt'altro, e non solo per le numerose ore di aereo che la dividono dalla penisola italica. Basti pensare che anche chi voglia recarvisi per turismo deve ricordarsi di richiedere online il visto di accesso. Ne esistono di differenti tipologie in base alla nazionalità del richiedente e alla natura del viaggio. Il sito www.australia-eta.com offre una panoramica dettagliata delle norme australiane e dei passi da compiere per poter organizzare una vacanza o porre le eventuali basi per un'attività lavorativa nel paese. I requisiti da soddisfare, le condizioni cui sottostare e le azioni da svolgere o meno sono molte. Prima di pensare di partire per l'Australia è opportuno quindi informarsi con attenzione e pianificare con cura il proprio soggiorno in modo tale da non avere alcuna spiacevole sorpresa all'arrivo.

Quali sono i mercati più fruttuosi

Aziende di agrifood e numerose pelletterie si sono già costituite in delegazioni al seguito dei rappresentanti del governo italiano per stringere accordi commerciali e strappare vantaggiose concessioni a quello australiano. Il paese si configura come una meta da non lasciarsi scappare per tutti quegli imprenditori che hanno bisogno di nuovi mercati dove proporre le proprie merci. Il profondo e quasi indissolubile legame che l'Italia ha con l'haute couture ha reso i prodotti legati all'industria della moda particolarmente appetibili, ma anche altri settori stanno conquistando le case degli australiani. Oltre al cibo, riconosciuta eccellenza italiana, spiccano mobili di design e accessori pensati per l'arredo della casa. Ancora molto da fare c'è invece per altre categorie di merci come i cosmetici, i giocattoli e le barche, dove il Made in Italy ancora non è riuscito ad imporsi con la dovuta efficacia.


ISCRIVI GRATUITAMENTE LA TUA AZIENDA