Tornio a controllo numerico: una risorsa per la meccanica di precisione

Tornio a controllo numerico

La tornitura è un’operazione che si effettua piuttosto spesso nel settore della meccanica di precisione: grazie al movimento applicato, infatti, permette di ottenere un prodotto di qualità in poco tempo e in maniera continuativa.

Con l’avvento dei sistemi informatici anche nella lavorazione di materiali come acciaio, legno e plastica molte aziende hanno optato per il tornio a controllo numerico, un apparecchio in grado di gestire in maniera autonoma la produzione dei pezzi attraverso l’input di un operatore.

Con il termine controllo numerico (abbreviato in CNC) infatti si individua un particolare tipo di lavorazione che viene presa in carico da un computer che, attraverso un programma specifico, trasmette a una macchina utensile il percorso da effettuare.

In questo modo si possono effettuare diverse operazioni: saldatura, fresatura, taglio e, naturalmente, anche tornitura, in maniera totalmente sicura e controllata.

Si tratta di una pratica che può giovare sia alle aziende di piccole dimensioni che desiderano affermarsi sul mercato locale che per quelle più grandi che vogliono compiere un passo importante per essere competitivi a livello internazionale.

Vediamo come si possono sfruttare tutte le caratteristiche del tornio CNC grazie anche ai consigli di IPA Macchine Utensili, distributore ufficiale per le macchine utensili del gruppo Celada in Puglia e Basilicata.

Come funziona il tornio a controllo numerico

Quello che rende il tornio a controllo numerico così apprezzato è la sua capacità di unire una perfetta lavorazione di componenti a geometria simmetrica intorno all’asse all’intelligenza dei programmi computerizzati, eliminando variazioni e imperfezioni invalidanti per la meccanica di precisione.

Per ottenere un buon risultato si invia un ordine al mandrino, un componente collegato direttamente alla macchina utensile che si muove così in parallelo all’asse Z impartendo un movimento rettilineo al pezzo da lavorare.

In alcune occasioni è possibile anche variare la direzione in modo che l’utensile agisca perpendicolarmente rispetto all’asse del tornio CNC, tramite quello che viene chiamato avanzamento trasversale.

Per quale motivo si è deciso di accoppiare tornitura e controllo numerico? L’obiettivo è quello di produrre componenti meccaniche e altri oggetti composti da geometrie complesse che sarebbe molto difficile, se non impossibile, ottenere attraverso altre lavorazioni.

Inoltre, le modalità di realizzazione dei pezzi sono perfette per le aziende con molti clienti che desiderano evadere gli ordini in tempi brevi. Ci sono molti altri vantaggi di cui si può beneficiare con il controllo numerico: ecco i più importanti.

Vantaggi del tornio CNC

Sono sempre di più le aziende che scelgono le macchine utensili a controllo numerico: grazie ad alcune loro caratteristiche, infatti, permettono di ottenere un buon guadagno e di ottimizzare la produzione. Ecco quali.

  • Ottimizzazione delle tempistiche: realizzare dei pezzi di piccole dimensioni o caratterizzati da una geometria particolare è molto difficile e sicuramente richiede una grande quantità di tempo. Quando è necessario farlo per più lotti è impensabile riuscire a evadere un determinato ordine in tempo: per questo si può scegliere il tornio a controllo numerico che permette di ottenere grandi risultati nel minor tempo possibile, con una programmazione che viene lasciata al computer.
  • Durata nel tempo: il tornio CNC non è una garanzia solo di velocità, ma anche di resistenza nel tempo. Le macchine utensili, infatti, possono sostenere gli sforzi di produzione per molti anni richiedendo occasionalmente solo la sostituzione del mandrino o altre componenti facilmente rimpiazzabili.
  • Versatilità: molti utilizzano la tornitura per lavorare materiali metallici, ma in realtà le macchine a controllo numerico sono adatte anche per altre destinazioni come il legno e la plastica. Questo significa che anche chi non lavora per forza nella meccanica di precisione può sfruttare l’efficienza dei sistemi computerizzati.

Quali materiali si possono lavorare con il tornio?

Il tornio a controllo numerico è talmente versatile che si può trovare anche nel settore dell’artigianato: non viene utilizzato solo per lavorazioni meccaniche per pezzi metallici, ma è l’ideale anche per chi lavora il legno e desidera ottimizzare la sua produzione con la sicurezza di ottenere risultati eccellenti.

In poche parole, si unisce l’innovazione e la tradizione attraverso un unico macchinario.

Un altro impiego del tornio CNC è riferito a una materia molto particolare che va lavorata con la massima attenzione: si tratta del carbonio. Questo tipo di materiale composito viene spesso trasformato in fibra di carbonio, che rende il metallo leggero e resistente al tempo stesso: le macchine utensili fanno il resto.

Lavorare sostanze ferrose, metalli e legno permette è obiettivo comune di molte aziende che possono sfruttare la tornitura, che diventa fondamentale anche quando si devono effettuare lavorazioni come scanalature e fori sui materiali plastici.

Le particolarità di questo prodotto lo rendono difficile da modificare senza un’apparecchiatura precisa ed è per questo che spesso si fa riferimento agli utensili propri della meccanica di precisione.

Insomma, a prescindere dalla destinazione, il tornio a controllo numerico si può rivelare un prezioso alleato per la produzione di ogni azienda: naturalmente, prima dell’acquisto o del noleggio è necessario rivolgersi a dei professionisti del settore.